Cooperazione e legalità, a Parma il secondo seminario con i Carabinieri per la Tutela dei Prodotti Agroalimentari

Mondo cooperativo e Forze dell’Ordine si uniscono per tutelare il cibo e la salute dei cittadini, nel contrasto alle contraffazioni che lo scorso anno hanno fatto registrare nell’agroalimentare un balzo del 59%, secondo i dati del Rapporto Agromafie 2018. Lunedì 28 ottobre a Parma il secondo di una serie di incontri territoriali tra UeCoop e i Carabinieri per la Tutela dei Prodotti Agroalimentari per sensibilizzare gli operatori del settore al contrasto di corruzione, criminalità, contraffazioni e pratiche sleali di mercato. Parteciperanno all’evento le Cooperative dell’Emilia Romagna e Lombardia associate a UeCoop che operano negli ambiti dell’agroalimentare, pesca, ristorazione e logistica per la ristorazione.
Dall’iniziativa si attendono risultati concreti nei vari ambiti di azione di questo speciale comando dei Carabinieri, in particolare nel contrasto all’utilizzo del modello cooperativo per la contraffazione e la sofisticazione in ambito agroalimentare.
La legalità è il fulcro intorno al quale concentrare gli sforzi di sviluppo di un modo di fare impresa che nella cooperazione ruota attorno ai concetti di solidarietà, sussidiarietà e sostenibilità. Per questo sarà possibile anche segnalare casi di “malacooperazione” nell’ambito agroalimentare. Le ricadute positive di questo processo virtuoso arriveranno fino ai consumatori, sia in termini di sicurezza alimentare che di difesa della qualità dell’agroalimentare italiano, un’importante fonte di ricchezza per l’intero sistema-paese.

0


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi